Università di Cagliari – A.A. 2017/18 – Estetica: tutti i materiali in un post

Tag

, , , , , , , , ,

Da qui è possibile scaricare tutti i materiali integrativo al corso di Estetica dell’A.A. 2017/18.

Buon lavoro!

 

Annunci

Università di Cagliari – A.A. 2017/18 – Galvano della Volpe: la differenza dei linguaggi artistici

Tag

, , , ,

Da qui è possibile scaricare il materiale integrativo alla lettura del terzo capitolo della Critica del gusto di Galvano della Volpe, intitolato Laocoonte 1960:

Buon lavoro!

Università di Cagliari – A.A. 2017/18 – W.J.T. Mitchell: i media come mixed media

Tag

, , , , , ,

Da qui è possibile scaricare il materiale integrativo alla lettura del saggio I media visuali non esistono di W.J.T. Mitchell:

Buon lavoro!

Università di Cagliari – A.A. 2017/18 – Clement Greenberg: l’arte astratta

Tag

, , , ,

Da qui è possibile scaricare il materiale integrativo alla lettura del saggio Verso un più nuovo Laocoonte di Clement Greenberg:

Buon lavoro!

— Jackson Pollock, One: Number 31, 1950 (1950, MoMA, New York)

Giudizi su Tiziano

Tag

, , , ,

— Tiziano Vecellio, Sepoltura di Cristo (1523-1526, Musée du Louvre, Parigi).

La bellezza è un’estasi; è semplice come la fame. In realtà sulla bellezza non c’è niente da dire. È come il profumo di una rosa: si può odorarlo e basta; ecco perché la critica d’arte è noiosa, tranne quando parla d’altro, non di bellezza e perciò d’arte. Tutto quello che il critico può dirvi riguardo alla Deposizione di Tiziano, forse il quadro di più pura bellezza del mondo, è di andare a guardarlo. Quant’altro può dirvi è storia, biografia, o che so io.

— William Somerset Maugham, Lo scheletro nell’armadio (1930), tr. it. di F. Salvatorelli, Adelphi, Milano 2004, p. 108.

Qual è il contenuto della Deposizione di Tiziano del Louvre? O è la Pietà? No, è la Sepoltura. Tu puoi dire: “Sì, questo è religioso”, e così via, ma per Dio, tu guardi il dipinto – e non è uno che apprezzi particolarmente, conosco Tiziani migliori – ma se parli del contenuto stai parlando del soggetto, eppure c’è di più nel dipinto rispetto al suo soggetto.

— Clement Greenberg, in Thierry de Duve, A Public Debate with Clement Greenberg (Ottawa 1987), in Clement Greenberg. Between the Lines (1996), tr. ingl. di B. Holmes, The University of Chicago Press, Chicago-London 2010, pp. 121-158: 127-128.