Tag

, ,

Un esperimento con Drumming di Steve Reich:

Steve Reich come rischio: rischio di uscir di senno, di vedere sconvolti i propri ritmi bio-mentali. Si sa di un esperimento condotto al Mills College, in California, nel 1973, su cento soggetti ambosessi, in ottima salute e in età compresa tra i 5 e i 65 anni.

Costoro, sottoposti per 24 ore continuate a una «irradiazione» di Drumming (sala di media gran­dezza, volume abbastanza alto), hanno reagito come segue. Dopo la decima ora, 60 soggetti percuotevano ritmicamente qualsiasi cosa, dal proprio corpo alle pareti della stanza; 30 cantavano in coro, seguendo il brano musicale, mentre i rimanenti 10 erano ancora assorti nell’ascolto.

Alla quindicesima ora, i «percussionisti» erano diventati 70, i cantanti 15, mentre 11 avevano iniziato a camminare continuamente in senso circolare e concentrico e 1 si era addormentato (quello di 65 anni); i rimanenti 3 gridavano insistentemente di voler uscire dalla stanza (furono accontentati alla diciassettesima ora, quando erano al limite del delirio).

Alla fine dell’esperimento: 65 soggetti camminavano in senso circolare o ellittico (ci vollero alcune ore per far loro ripristinare l’andatura rettilinea), 10 continuavano a cantare e a percuotersi contemporaneamente (età fra i 5 e i 15 anni), 10 si erano sdraiati per terra con gli occhi sbarrati, 1 dormiva ancora e l’ultimo uscì dalla stanza gridando: «L’entropia dell’Universo è infinita!».

Non si hanno notizie sulle conclusioni che i promotori dell’esperimento hanno tratto. Quanto ai protagonisti della prova, si è saputo che 10 di loro sono diventati percussionisti, 5 hanno dato fuoco alla personale discoteca, 3 si sono laureati in Fisica con una tesi sul moto relativo, 3 sono diventati scrittori e si dichiarano seguaci di Borges, di altri 7 si sono perse le tracce ma si presume che si siano votati alla composizione. In ogni caso, Steve Reich ha trovato in seguito molte difficoltà per incidere su disco le proprie opere.

[E. Capua – E. Chernikowski, It’s gonna Reich, in «Musica80», n. 5, giugno 1980, pp. 37-39.]

Annunci