2 – Che nome?!

Paese che vai, usanze alimentari che trovi. E sicuramente, una delle cose che più fa incuriosire o inorridire chi si avvicina alla cucina sarda è su casu marzu, il formaggio marcio. Odore intenso e penetrante, sapore piccante autentico e deciso e… vermicelli che saltano: sulla superficie della forma di formaggio come tra la lingua e il palato di chi lo mangia.

Allora è un blog di cucina tradizionale? No.

È un deposito di materiale didattico pensato anzitutto per i miei studenti, corsisti e alunni, che qui possono (ri)trovare quanto visto o distribuito a lezione, in modo da poterselo scaricare liberamente e tranquillamente, comodamente da casa.

E il nome? Che c’entra il formaggio?

È la trasposizione sarda di un paradosso la cui versione originale è in francese e riguarda il formaggio coi buchi.

Il paradosso – che si trova, per esempio, qui – recita:

Plus il y a de fromage, plus il y a de trous
Plus il y a de trous, moins il y a de fromage
Plus il y a de fromage, moins il y a de fromage.

Come si esce dal paradosso? I miei ex alunni delle superiori lo sanno già.

Così come sanno anche che il groviera non ha i buchi, contrariamente a quanto si crede (basta andare qui per rendersene conto).

Come sarebbe la versione coi vermi? Eccola qui, completa:

Più formaggio, più vermi
Più vermi, meno formaggio
Più formaggio, meno formaggio.

E buon appetito!


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...